Codice Civile


LIBRO QUARTO
Delle obbligazioni
TITOLO III
Dei singoli contratti
CAPO VII
Dell'appalto

Art. 1657

Determinazione del corrispettivo
TESTO A FRONTE

I. Se le parti non hanno determinato la misura del corrispettivo né hanno stabilito il modo di determinarla, essa è calcolata con riferimento alle tariffe esistenti o agli usi; in mancanza, è determinata dal giudice.


GIURISPRUDENZA

Consulenza tecnica preventiva ai fini della composizione della lite – Intervenuta risoluzione di diritto del contratto d’appalto – Inammissibilità.
Se il contratto d’appalto è stato risolto ex art. 1454 c.c. dopo che una parte del corrispettivo è già stata versata dal committente all’appaltatore, è inammissibile il ricorso ex art. 696-bis c.p.c. con il quale quest’ultimo, ritenendo di aver diritto ad ulteriori pagamenti, chieda di nominare un CTU per accertare entità e costo delle opere, da capitolato ed extra capitolato, asseritamente realizzate. (Daniele Griffini) (riproduzione riservata) Tribunale Cagliari, 22 Settembre 2020.


Appalto - Determinazione del corrispettivo - Costo fisso ed invariabile - Parziale inadempimento dell’appaltatore - Determinazione del corrispettivo dovuto - Criterio - Detrazione del costo dei lavori non eseguiti.
Nel contratto di appalto stipulato tra privati, quando il corrispettivo sia stato fissato a corpo e non a misura, il prezzo viene determinato in una somma fissa ed invariabile che non può subire modifiche, se non giustificate da variazioni in corso d'opera; sicché, nel caso di parziale inadempimento dell'appaltatore, ove sia necessario determinare il suo compenso per i lavori già eseguiti, il dato di riferimento è sempre il prezzo concordato a corpo, con la conseguenza che da questo va detratto il costo dei lavori non eseguiti e non, invece, calcolato il costo di quelli realizzati. (massima ufficiale) Cassazione civile, sez. II, 20 Agosto 2019, n. 21517.