LIBRO QUARTO
Delle obbligazioni
TITOLO III
Dei singoli contratti
CAPO IX
Del mandato
SEZIONE I
Disposizioni generali
PARAGRAFO 3
Dell'estinzione del mandato

Art. 1726

Revoca del mandato collettivo
TESTO A FRONTE

I. Se il mandato è stato conferito da più persone con unico atto e per un affare d'interesse comune, la revoca non ha effetto qualora non sia fatta da tutti i mandanti, salvo che ricorra una giusta causa.


GIURISPRUDENZA

Mandato - Estinzione - Cause - Revoca -  Perizia contrattuale - Revoca del mandato collettivo per giusta causa da parte di alcuni dei mandanti - Effetti - Contestazione - Accertamento da parte del giudice.
Nella perizia contrattuale la revoca ex art. 1726 c.c. del mandato collettivo conferito ai periti può avvenire, oltre che sul comune accordo di tutti i mandanti, anche su iniziativa di alcuni soltanto di essi, con effetti estintivi immediati "ex nunc" in presenza di giusta causa, spettando al giudice, in caso di contestazione, accertarne con sentenza dichiarativa la sussistenza dei presupposti, senza che, peraltro, la proposizione di tale azione costituisca condizione di efficacia della revoca stessa. (massima ufficiale) Cassazione civile, sez. I, 31 Agosto 2016.


Mandato - Mandato collettivo - Unicità dell'affare considerato indivisibile dalla volontà delle parti.
Il mandato conferito da più soggetti per l'esecuzione di un affare unico, inscindibile nella sua oggettività e considerato indivisibile dalla volontà delle parti, le quali hanno tutte un interesse alla sua conclusione e che non può concludersi senza il comune apporto, ha natura di mandato collettivo di cui all'articolo 1726 c.c.. (Franco Benassi) (riproduzione riservata) Tribunale Monza, 13 Ottobre 2015.


Mandato - Mandato collettivo - Unicità dell'affare considerato indivisibile dalla volontà delle parti - Assunzione di obbligazioni in solido - Atto a titolo gratuito - Inefficacia ex articolo 64 legge fall. - Esclusione.
In presenza di mandato collettivo ex articolo 1726 c.c., si deve escludere l'esistenza di una pluralità di mandati, cosicché il riconoscimento di debito operato in solido dai singoli mandanti non può qualificarsi come atto di accollo di un debito altrui parzialmente inefficace ex articolo 64 legge fall.. (Franco Benassi) (riproduzione riservata) Tribunale Monza, 13 Ottobre 2015.