Codice Civile


LIBRO QUARTO
Delle obbligazioni
TITOLO III
Dei singoli contratti
CAPO XI
Della mediazione

Art. 1757

Provvigione nei contratti condizionali o invalidi
TESTO A FRONTE

I. Se il contratto è sottoposto a condizione sospensiva, il diritto alla provvigione sorge nel momento in cui si verifica la condizione.

II. Se il contratto è sottoposto a condizione risolutiva, il diritto alla provvigione non viene meno col verificarsi della condizione.

III. La disposizione del comma precedente si applica anche quando il contratto è annullabile o rescindibile, se il mediatore non conosceva la causa d'invalidità.


GIURISPRUDENZA

Mediazione – Contratto di Mediazione – Previsione provvigione in caso di comunicazione della accettazione di proposta irrevocabile – Validità

Mediazione – Diritto alla provvigione – Eventi successivi – Irrilevanza
.
Nell’ambito della c.d. mediazione atipica, è valido l’accordo intercorso tra il cliente proponente l’acquisto e il mediatore secondo il quale il diritto alla provvigione del mediatore sorge nel momento in cui viene comunicata al proponente l’accettazione della proposta, così individuata concordemente la conclusione dell’affare di cui all’art. 1755 c.c. in deroga allo schema legale tipico del contratto di mediazione.

Il diritto del mediatore alla provvigione già maturato non viene ove le parti intermediate decidano successivamente di non concludere il contratto intermediato. (Francesco Mainetti) (riproduzione riservata)
Appello Roma, 23 Gennaio 2020.