LIBRO QUARTO
Dei procedimenti speciali
TITOLO III
Della copia e della collazione degli atti pubblici

Art. 746

Collazione di copie
Testo a fronte
TESTO A FRONTE

I. Chi ha ottenuto la copia di un atto pubblico a norma dell'articolo 743 ha diritto di collazionarla con l'originale in presenza del depositario. Se questi si rifiuta, può ricorrere al tribunale nella cui circoscrizione il depositario esercita le sue funzioni. Il giudice, sentito il depositario, dà con decreto le disposizioni opportune per la collazione e può eseguirla egli stesso recandosi nell'ufficio del depositario.


GIURISPRUDENZA

Sentenza civile – Dattiloscritta – Nullità per difficile comprensione – Esclusione.
In caso di mera difficoltà di comprensione del testo, stilato dall’estensore con scrittura manuale, non è configurabile la nullità della sentenza attesa l’assenza di una espressa comminatoria e la facoltà della parte di richiedere alla cancelleria copia conforme dattiloscritta, che deve essere leggibile. (Redazione IL CASO.it) (riproduzione riservata) Cassazione civile, sez. VI, 26 Luglio 2018, n. 19831.


Provvedimenti del giudice civile - Sentenza - Contenuto - In genere - Sentenza illeggibile - Nullità - Esclusione - Rimedi.
In tema di provvedimenti giudiziari, in caso di mera difficoltà di comprensione del testo, stilato dall'estensore con scrittura manuale, non è configurabile la nullità della sentenza attesa l'assenza di una espressa comminatoria e la facoltà della parte di richiedere alla cancelleria, ex artt. 743 e 746 c.p.c., copia conforme dattiloscritta, che deve essere leggibile. (massima ufficiale) Cassazione civile, sez. V, tributaria, 23 Settembre 2016, n. 18663.