TITOLO IX
DISPOSIZIONI TRANSITORIE E FINALI

Art. 159

Regioni a statuto speciale
Testo a fronte
TESTO A FRONTE

1. Le valutazioni di vigilanza sono riservate alla Banca d'Italia.

2. Nei casi in cui i provvedimenti previsti dagli articoli 14, 31, 36, 56 e 57 sono attribuiti alla competenza delle regioni, la Banca d'Italia esprime, a fini di vigilanza, un parere vincolante.

3. Sono inderogabili e prevalgono sulle contrarie disposizioni già emanate le norme dettate dai commi 1 e 2 nonché dagli articoli 15, 16, 26 e 47. [Restano peraltro ferme le competenze attribuite agli organi regionali nella materia disciplinata dall’articolo 26.] (1)

4. Le regioni a statuto speciale, alle quali sono riconosciuti, in base alle norme di attuazione dei rispettivi statuti, poteri nelle materie disciplinate dalla direttiva 2013/36/UE, provvedono a emanare norme di recepimento della direttiva stessa nel rispetto delle disposizioni di principio non derogabili contenute nei commi precedenti (2).

________________

(1) Comma modificato dall'articolo 1, comma 55, lettera a), del D.Lgs. 12 maggio 2015, n. 72.
(2) Comma modificato dall'articolo 1, comma 55, lettera b), del D.Lgs. 12 maggio 2015, n. 72.