TITOLO II
BANCHE

Capo IV
Partecipanti al capitale ed esponenti aziendali (1)

Art. 25

Partecipanti al capitale (2)
Testo a fronte
TESTO A FRONTE

1. I titolari delle partecipazioni indicate all'articolo 19 devono possedere requisiti di onorabilità e soddisfare criteri di competenza e correttezza in modo da garantire la sana e prudente gestione della banca.

2. Il Ministro dell'economia e delle finanze, con decreto adottato sentita la Banca d'Italia, individua:

a) i requisiti di onorabilità;

b) i criteri di competenza, graduati in relazione all'influenza sulla gestione della banca che il titolare della partecipazione può esercitare;

c) i criteri di correttezza, con riguardo, tra l'altro, alle relazioni d'affari del titolare della partecipazione, alle condotte tenute nei confronti delle autorità di vigilanza e alle sanzioni o misure correttive da queste irrogate, a provvedimenti restrittivi inerenti ad attività professionali svolte, nonché a ogni altro elemento suscettibile di incidere sulla correttezza del titolare della partecipazione.

3. Qualora non siano soddisfatti i requisiti e i criteri non possono essere esercitati i diritti di voto e gli altri diritti, che consentono di influire sulla società, inerenti alle partecipazioni eccedenti le soglie indicate all'articolo 19, comma 1. In caso di inosservanza, si applica l'articolo 24, comma 2. Le partecipazioni eccedenti devono essere alienate entro i termini stabiliti dalla Banca d'Italia.

________________

(1) Rubrica sostituita dall'articolo 1, comma 11, del D.Lgs. 12 maggio 2015, n. 72.
(2) Articolo sostituito dall'articolo 9.11 del D.Lgs. 17 gennaio 2003, n. 6, nel testo introdotto dall'articolo 2 del D.Lgs. 6 febbraio 2004, n. 37, successivamente modificato dall'articolo 1, comma 1, lettera h), del D.Lgs. 27 gennaio 2010, n. 21 e da ultimo sostituito dall'articolo 1, comma 12, del D.Lgs. 12 maggio 2015, n. 72.