Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 9009 - pubb. 29/05/2013

Limiti di competenza dell’ABF in materia di operazioni di investimento

ABF Milano, 05 Aprile 2013, n. 1857. Est. Diana Cerini.


Prestito obbligazionario – Mancata consegna della documentazione riferibile alla sottoscrizione di obbligazioni – Incompetenza dell’ABF.



Le preclusioni di cui all’art. 23 comma 4 TUF e al Regolamento ABF (esclusione delle attività di investimento e delle obbligazioni emesse dalle banche dalla disciplina di trasparenza bancaria e dall’area di competenza dell’Arbitro) non operano automaticamente per la semplice circostanza che la fattispecie identificata nel ricorso evochi in astratto un’attività di investimento. Si deve per contro interpretare la normativa alla luce della doglianza in concreto presentata ed ammettere la competenza dell’Arbitro quando trattasi di prestazioni accessorie al contratto di investimento ovvero di attività esecutive rientranti nell’ambito dei servizi bancari offerti a latere di operazioni di varia natura. Nonostante ciò, la questione della mancata consegna di documentazione direttamente riferibile alla sottoscrizione di obbligazioni non può essere assorbita nella competenza dell’Arbitro, perché impinge direttamente e univocamente al servizio di investimento e agli obblighi che la normativa settoriale correla a tali operazioni. (Aldo Angelo Dolmetta, Ugo Minneci, Ugo Malvagna) (riproduzione riservata)


Segnalazione del Prof. Aldo Angelo Dolmetta – D&S Studio Legale Associato



Il testo integrale