Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 19763 - pubb. 26/05/2018

Sovraindebitamento del consumatore, durata del piano e ammortamento del contratto di mutuo

Tribunale Padova, 13 Aprile 2018. Est. Manuela Elburgo.


Crisi da sovraindebitamento – Piano del consumatore – Ragionevole durata della sua esecuzione – Termine di scadenza del contratto di mutuo



La durata del piano del consumatore deve necessariamente collocarsi in un ragionevole arco temporale giacché solo in tal modo viene rispettato il principio della ragionevole durata del processo, oltre al fatto che solo così viene ridotto al minimo il sacrificio imposto ai creditori.

Il principio contenuto nell’art. 55, comma 2, L.Fall. secondo il quale “i debiti pecuniari del fallito si considerano scaduti, agli effetti del concorso, alla data di dichiarazione del fallimento” non trova spazio nelle procedure di sovraindebitamento, trattandosi di norma, di carattere eccezionale non richiamata dalla Legge n. 3/2012 (art. 9, comma 3-quater L. 3/2012; art. 55, comma 2 L.F.). (Marco Locas) (riproduzione riservata)


Segnalazione dell'Avv. Marco Locas


Il testo integrale