Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 480 - pubb. 01/07/2007

Fallimento e capitale investito

Appello Brescia, 21 Febbraio 2007. Est. Pianta.


Dichiarazione di fallimento – Parametri dimensionali dell’impresa – Capitale investito – Nozione.



Ai fini dell’accertamento del requisito di cui all’art. 1, lett. a) legge fall., per capitale investito deve intendersi ogni investimento effettuato con riferimento al tempo del suo impiego e non solo a quella parte residua esistente al momento della conclamata insolvenza. Per l’individuazione del capitale investito si deve fare riferimento all’attivo di bilancio, costituito dalla sommatoria delle attività correnti (capitale circolante) e cioè da rimanenze, crediti, liquidità ed attività fisse (il c.d. capitale fisso, composto a sua volta da immobilizzazioni materiali ed immateriali. (Mauro Bernardi) (riproduzione riservata)


Massimario Ragionato



Il testo integrale