Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 4814 - pubb. 30/05/2011

Postergazione dei finanziamenti soci e analisi della struttura del debito

Tribunale Venezia, 14 Aprile 2011. Est. Fidanzia.


Finanziamenti dei soci - Postergazione - Squilibrio tra indebitamento e patrimonio netto - Leverage - Analisi della struttura del debito - Necessità - Componente di debito a medio-lungo termine e utilizzo di finanziamenti per il pagamento dei debiti di imminente scadenza - Sottocapitalizzazione.



Al fine di valutare l'eventuale eccessivo squilibrio tra indebitamento e capitale netto (art. 2467 cod. civ.), il leverage, pari al rapporto tra il totale delle fonti di finanziamento e i mezzi propri, costituisce sicuramente un indicatore significativo, il quale deve però essere confortato e valutato unitamente ad ulteriori elementi, tra i quali riveste particolare importanza la struttura del debito. In quest'ottica, se è vero che una componente di debito a medio-lungo termine incide sullo squilibrio tra indebitamento e patrimonio netto in misura inferiore di una componente di debito a breve termine, è anche vero che la necessità di utilizzare i finanziamenti erogati da terzi per il pagamento dei debiti di imminente scadenza costituisce un indice di sottocapitalizzazione della società. (Franco Benassi) (riproduzione riservata)


Massimario, art. 93 l. fall.


Il testo integrale