Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 16783 - pubb. 24/02/2017

Tribunale Brescia, 11 Febbraio 2016. Est. Vincenza Agnese.


Sequestro giudiziario – Necessità del periculum in mora – Non sussiste – Opportunità della custodia del bene – Sufficienza



Appare sufficiente – ai fini del periculum in mora in materia di sequestro giudiziario – che lo stato di fatto esistente in pendenza di giudizio comporti la possibilità che si determinino situazioni tali da pregiudicare l’attuazione del diritto controverso a prescindere dal timore di sottrazione, alterazione o dispersione dei beni stessi. Ciò che viene comunemente inteso come “periculum in mora” (e cioè il pregiudizio grave e imminente) non costituisce condizione necessaria per la concessione del sequestro, atteso che lo stesso art.670 c.p.c. richiede semplicemente ragioni che rendano opportuna la custodia.
L’opportunità di conservazione del bene non richiede un pericolo attuale di sottrazione, ma è sufficiente che si prospetti una semplice possibilità di pregiudizio tale che al termine della lite la parte istante non riuscirebbe ad ottenere il vantaggio eventualmente riconosciutole. (Redazione IL CASO.it) (riproduzione riservata)


Segnalazione dell'Avv. Eugenio Bresciani


Il testo integrale