Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 10217 - pubb. 24/03/2014

Il minore può sempre essere sentito in forma indiretta

Tribunale Milano, 26 Febbraio 2014. Est. Ortolan.


Audizione del minore – Interesse prevalente del minore – Audizione cd. indiretta, a mezzo di ausiliario o CTU – Ammissibilità – D.lgs. 154/2013 – Sussiste.



Pur dopo il d.lgs. 154/2013 (v. art. 336-bis cod. civ. dove è prevista l'audizione cd. diretta) resta ferma la facoltà per il giudice di provvedere alla audizione in forma indiretta del fanciullo, posto che è l'interesse preminente del minore a plasmare le forme processuali e ciò contrasta con una modalità di audizione rigida imposta ex lege (v. Linee Guida europee per una Giustizia a Misura dei bambini). (Redazione IL CASO.it) (riproduzione riservata)


Il testo integrale