Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 10901 - pubb. 01/07/2010

.

Tribunale Torre Annunziata, 16 Aprile 2014. .


Responsabilità civile – Responsabilità del custode – Presupposti – Nesso causale – Conseguenze



Il comportamento del custode e la conseguente verifica dell'assolvimento o meno, da parte di quest'ultimo, di una effettiva vigilanza sul bene additato quale causa dell'evento di danno, non costituisce elemento costitutivo della speciale ipotesi di responsabilità che l'art. 2051 c.c. introduce a suo carico in ragione della relazione materiale che egli intrattiene con la res, e che lo pone nelle condizioni di controllare i rischi a questa connessi in virtù del potere di fatto che egli può sulla stessa esercitare, risultando invece sufficiente, per far ritenere integrata la responsabilità prevista dalla norma richiamata, che la res abbia costituito causa esclusiva o, quantomeno – ove risulti che un agente esterno ad essa abbia reso quest'ultima fonte del danno – concorrente del danno medesimo. (Gianluca Cascella) (riproduzione riservata)