Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 13412 - pubb. 30/06/2015

Natura prededotta del credito del subappaltatore il cui pagamento sia funzionale agli interessi della massa ex art. 118, comma 3, d.lgs. 163/2006

Tribunale Como, 11 Giugno 2015. Pres., est. Donatella Montanari.


Fallimento - Credito del subappaltatore ex articolo 118, comma 3, d.lgs. 163/2006 - Prededuzione



Ai fini della prededucibilità dei crediti nel fallimento, il necessario collegamento occasionale o funzionale con la procedura concorsuale va inteso non soltanto con riferimento al nesso tra l'insorgere del credito e gli scopi della procedura, ma anche con riguardo alla circostanza che il pagamento del credito, ancorché avente natura concorsuale, rientri negli interessi della massa e negli scopi della procedura stessa, in quanto utile alla gestione fallimentare. Difatti, la prededuzione attua un meccanismo satisfattorio destinato a regolare non solo le obbligazioni della massa sorte al suo interno, ma anche tutte quelle che interferiscono con l'amministrazione fallimentare ed influiscono sugli interessi dell'intero ceto creditorio. Può, quindi, definirsi "funzionale alla procedura concorsuale" e degno di essere soddisfatto in prededuzione il credito del subappaltatore (il cui pagamento consentirà alla stazione appaltante di procedere al pagamento dell'impresa appaltatrice ai sensi dell'articolo 118, comma 3, d.lgs. 163/2006) grazie al "necessario nesso di strumentalità tra il pagamento del proprio credito, che solo se assistito da prededuzione può essere eseguito con preferenza seppure a seguito di riparto, e la soddisfazione del credito della fallita in termini di funzionalità rispetto agli interessi della procedura di quel pagamento, meritevole per l'effetto del rango preferenziale. Siffatta correlazione rende del tutto irrilevante il fatto che il credito sia sorto in periodo anteriore al fallimento dell'appaltatore committente, poiché del suo soddisfacimento si gioverà l'intera massa dei creditori del fallimento, sì che è possibile rintracciare un interesse della stessa massa dei creditori al pagamento in prededuzione del credito del suo subappaltatore, pagamento "utile e necessario per il conseguimento dello scopo della procedura". (Franco Benassi) (riproduzione riservata)


Massimario Ragionato



Segnalazione del Dott. Adriano Comaschi


Il testo integrale