Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 13519 - pubb. 19/10/2015

Responsabilità degli amministratori: la Cassazione conferma che occorre la dimostrazione del nesso di causalità tra l'insolvenza e le condotte dell'amministratore

Cassazione civile, sez. I, 02 Ottobre 2015, n. 19733. Est. Scaldaferri.


Società di capitali - Responsabilità dell'amministratore e liquidazione del danno basato sul deficit fallimentare - Confronto tra situazione patrimoniale all'inizio della gestione e al momento del fallimento - Verifica delle conseguenze delle condotte gestionali - Accertamento del nesso di causalità tra le condotte ed il danno - Necessità



In tema di responsabilità dell'amministratore di società di capitali, non può condividersi il criterio che determini il danno causato mediante il confronto fra la situazione patrimoniale della società all'inizio della gestione dell'amministratore e quella al momento della dichiarazione di fallimento, senza verificare se e per quali ragioni l'insolvenza sarebbe conseguenza delle condotte gestionali del predetto né se e per quali ragioni l'accertamento del nesso di causalità materiale tra tali condotte ed il danno allegato sarebbe precluso dalla insufficienza delle scritture contabili e sociali. (Redazione IL CASO.it) (riproduzione riservata)


Il testo integrale