Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 1381/2008p - pubb. 01/07/2007

.

Tribunale Piacenza, 22 Ottobre 2008, n. 0. .


Processo civile – Chiamata in causa del convenuto – Estensione al chiamato della domanda attorea – Condizioni.



Si ha automatica estensione della domanda attorea anche al terzo chiamato dal convenuto, laddove egli sia evocato in giudizio non già al fine di far valere nei suoi confronti un rapporto di garanzia avente una causa petendi diversa da quella dedotta dall’attore, ma al fine di ottenere la propria liberazione e l’individuazione del chiamato quale unico e diretto responsabile, sicché la chiamata assolve il compito di supplire al difetto di citazione in giudizio da parte dell’attore del soggetto indicato dal convenuto come obbligato in sua vece, con la conseguenza che si ha estensione automatica dell’originaria domanda attorea, stante l’unicità del rapporto e la situazione di garanzia cd. propria. (gm)