Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 14139 - pubb. 09/02/2016

Esclusa la nullità del precetto in caso di omissione dell’avvertimento introdotto nel nuovo art. 480, secondo comma, c.p.c.

Tribunale Frosinone, 28 Gennaio 2016. .


Opposizione a precetto – Omissione dell’avvertimento introdotto nel nuovo art. 480, secondo comma, c.p.c. – Sovraindebitamento – Esclusa la nullità



Il mancato inserimento nel precetto dell’avvertimento sulla possibilità di porre rimedio alla situazione di sovraindebitamento nei modi stabiliti dal novellato art. 480, secondo comma, c.p.c. non determina la nullità del precetto, in quanto tale sanzione non è stata espressamente prevista dal legislatore, né tantomeno sarebbero giustificabili i diversi riflessi che tale omissione potrebbe determinare nella fase esecutiva. (Cristiano D'Ettorre) (riproduzione riservata)


Segnalazione dell'Avv. Cristiano D'Ettorre


Il testo integrale