Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 1484 - pubb. 12/02/2009

Obbligazioni argentine, conoscibilità del dissesto e adeguatezza dell'operazione

Tribunale Reggio Emilia, 14 Luglio 2008. Est. Maria Laura Benini.


Intermediazione finanziaria – Obbligazioni argentine – Conoscibilità del dissesto dell’emittente – Natura speculativa del titolo – Redditività quale indice del livello di rischio.

Intermediazione finanziaria – Obbligazioni argentine – Operatività dell’investitore – Percentuale investita – Adeguatezza dell’operazione – Sussistenza.



Prima del dicembre 2001 non era possibile prevedere il dissesto dell’emittente e la perdita del capitale investito in obbligazioni argentine, titoli che, pur essendo di natura speculativa, assicuravano tuttavia un elevato rendimento indice, questo, di un rischio di livello corrispondente. (Franco Benassi) (riproduzione riservata)

L’acquisto di obbligazioni argentine non è inadeguato per un investitore che in tale titolo ha investito una somma non superiore al 15 per cento del proprio patrimonio liquido e che prima e dopo la detta operazione ha operato in titoli caratterizzati da analogo rischio. (Franco Benassi) (riproduzione riservata)



Il testo integrale