Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 16943 - pubb. 22/03/2017

Leasing: contestazione disciplinare al lavoratore incaricato della vendita per inadempimento dell'utilizzatore

Cassazione civile, sez. IV, lavoro, 21 Ottobre 2015, n. 21440. Pres., est. Roselli.


Lavoratore incaricato alla vendita - Contratto di leasing - Contestazione disciplinare a seguito di inadempimento dell'utilizzatore - Tardività - Fondamento



Qualora il lavoratore, addetto alla vendita di beni e servizi, abbia stipulato un contratto di leasing con un cliente senza compiere le necessarie indagini sulla sua effettiva solvibilità, l'impresa datrice di lavoro può verificare l'operato del dipendente in via immediata e non deve attendere la realizzazione e l'accertamento dell'altrui inadempimento, sicché, trattandosi di illecito di pericolo e non di danno, è tardiva la contestazione disciplinare mossa a distanza di sei anni dalla stipulazione del contratto, fondata sulla verifica compiuta da organo interno all'impresa e a seguito dell'inadempimento e del fallimento dell'utilizzatore. (massima ufficiale)


Il testo integrale