Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 18885 - pubb. 10/01/2017

.

Cassazione civile, sez. I, 30 Agosto 2004, n. 17418. Est. Gilardi.


Legittimazione processuale del fallito - Difetto - Carattere relativo - Rilevabilità d'ufficio o eccezione della controparte - Esclusione - Presupposti



La perdita della capacità processuale del fallito a seguito della dichiarazione di fallimento non è assoluta ma relativa alla massa dei creditori, alla quale soltanto - e per essa al curatore - è concesso eccepirla, con la conseguenza che se il curatore rimane inerte ed il fallito agisce per conto proprio, la controparte non è legittimata a proporre l'eccezione ne' il giudice può rilevare d'ufficio il difetto di capacità. (massima ufficiale)


Massimario Ragionato



Il testo integrale