Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 19409 - pubb. 28/03/2018

Tribunale Udine, 16 Marzo 2018. Est. Raffaella Gigantesco.


Provvedimento d’urgenza ex art. 700 c.p.c. inaudita altera parte – Inibizione alla banca della segnalazione in CAI – Ammissibilità



E’ ammissibile il divieto alla banca di procedere al preannunciato inserimento nell’archivio informatizzato istituito presso la Banca d’Italia (CAI - Centrale d’Allarme Interbancaria) del nominativo dell’emittente di assegno bancario rimasto impagato poiché precedentemente sottoposto a sequestro giudiziario.

(Nella specie, la banca trattaria aveva preteso la prova del pagamento dell’assegno manifestando, in caso contrario, il proprio intendimento di comunque avviare la procedura sanzionatoria di cui alla legge n. 386 del 1990 nonostante il titolo fosse rimasto insoluto a causa del provvedimento cautelare in precedenza eseguito presso i suoi sportelli). (Roberto Cianci) (riproduzione riservata)

Segnalazione dell'Avv. Roberto Cianci


Il testo integrale