Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 20284 - pubb. 27/07/2018

Mutuo condizionato e attitudine del contratto a svolgere le funzioni di titolo esecutivo

Tribunale Potenza, 17 Luglio 2017. .


Mutuo condizionato – Attitudine del contratto a svolgere le funzioni di titolo esecutivo – Verifica ex officio circa la sussistenza delle condizioni dell'azione esecutiva – Carenza originaria del titolo in capo al creditore procedente – Opposizione all'esecuzione – Gravi motivi sospensione dell'esecuzione



In sede di esecuzione fondata su un contratto di mutuo condizionato, poiché quest'ultimo non documenta con immediatezza la trasmissione della disponibilità giuridica della somma mutuata, la verifica che il giudice dell'esecuzione ha il potere dovere di compiere, anche a prescindere da un'opposizione, attiene ad un'interpretazione integrata del contratto con l'atto di erogazione e quietanza, da cui emerga documentata non soltanto l'avvenuta trasmissione della somma, ma anche il rispetto del requisito della forma pubblica imposto dall'art. 474 c.p.c. in entrambe gli atti, di mutuo e di erogazione, sicchè il difetto del requisito della forma pubblica nell'atto di erogazione, determina il difetto del titolo esecutivo, circostanza che integra l'ipotesi di gravi motivi di sospensione dell'esecuzione. (Beatrice Celli) (riproduzione riservata)


Segnalazione dell'Avv. Gloria Naticchioni


Il testo integrale