Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 21443 - pubb. 28/03/2019

La presenza di una porta o di una porta-finestra al fine di dimostrare l'esistenza di una servitù di passaggio

Cassazione civile, sez. II, 27 Febbraio 2019, n. 5737. Est. Dongiacomo.


Servitù - Comodità od amenità - Sufficienza - Porta o porta-finestra - Servitù di passaggio - Configurabilità - Condizioni - Limiti



In materia di diritti reali di godimento, pur potendo il requisito della "utilitas" consistere, per la ricorrenza di una servitù prediale, in una destinazione del fondo servente a mera comodità od amenità di quello dominante ovvero a soddisfacimento di bisogni sporadici del medesimo, la presenza di una porta o di una porta-finestra non è inequivoca al fine di dimostrare l'esistenza di una servitù di passaggio, ben potendo essa adempiere anche alla diversa funzione di fornire aria e luce all'immobile. (massima ufficiale)


Il testo integrale