Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 21621 - pubb. 11/05/2019

Rapporto tra istanza ex art. 119 t.u.b e ordine di esibizione nelle cause bancarie

Tribunale Verona, 29 Gennaio 2019. Est. Vaccari.


Ammissibilità della istanza ex art. 119 t.u.b. in corso di causa -  Esclusione in considerazione della ratio della norma - Opinabilità dell’orientamento che ammette la proposizione dell'istanza ex art. 210 e 119 TUB in corso di causa



In ambito bancario l'istanza ex art. 210 c.p.c.  è ammissibile se la parte sulla quale grava l’onere della prova dimostri di avere attivato tempestivamente, ossia almeno 90 giorni prima dell'inoltro della citazione, la procedura di cui all'art. 119, comma 4, TUB, senza avere ricevuto adeguato riscontro. In caso contrario la parte si assume il rischio di promuovere iniziative giudiziarie "al buio", in quanto tali generiche e/o inattendibili.

Non è convincente, di contro, l'orientamento) che ammette la proposizione dell'istanza ex art. 210 e 119 TUB in corso di causa, perché da un lato favorisce l’introduzione di giudizi e dall’altro trascura del tutto la ratio deflattiva della previsione dell’art. 119 t.u.b., che è quella di consentire al correntista, una volta che abbia ottenuto copia dei documenti, di valutare l'andamento del rapporto e, quindi, decidere, documenti alla mano, se intraprendere, ed eventualmente su quali basi e con quali pretese, iniziative giudiziali. (Redazione IL CASO.it) (riproduzione riservata)


Il testo integrale