Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 22156 - pubb. 23/07/2019

Contratto preliminare di compravendita di immobile e clausola di recesso unilaterale sospensivamente condizionata al mancato rilascio di titolo edilizio

Appello Palermo, 27 Giugno 2019. Est. Strano.


Contratto di Compravendita di bene immobile futuro - Clausola di Recesso unilaterale sospensivamente condizionata al mancato rilascio del Permesso a Costruire - Omesso rispetto del termine triennale per il completamento dei lavori ex art.4 comma 4° Leg. Reg. Sic. N. 10/1977 - Decadenza ex lege del Titolo Edilizio - Efficacia ex tunc - Successive Concessioni Edilizie per varianti non essenziali - Decadenza per invalidità derivata - Esercizio del diritto di recesso mediante azione giudiziale - Legittimità



Qualora le parti di un negozio preliminare di compravendita di bene immobile ancora da edificare abbiano pattuito una clausola di recesso unilaterale sospensivamente condizionata al mancato rilascio entro un certo termine della Concessione Edilizia, è legittimo l’esercizio del recesso anche qualora il Titolo Edilizio decada successivamente per l’omesso completamento dei lavori nel termine previsto dall’art.4, comma 4°, Leg.Reg.Sic.n.10/1977. L’effetto retroattivo della dichiarazione di decadenza fa sì che esso debba considerarsi come mai rilasciato con conseguente avveramento dell’evento dedotto in condizione. Questo perché l’interesse del promissario acquirente del bene futuro che ha anticipato il prezzo del bene, viene leso non solo quando la concessione edilizia manchi ab origine ma certamente anche quando il titolo, pur originariamente concesso, successivamente perda efficacia con effetto ex tunc. (Francesco Camerino) (riproduzione riservata)


Segnalazione del Dott. Francesco Camerino – Funzionario Procura della Repubblica di Agrigento


Il testo integrale