Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 22332 - pubb. 17/09/2019

Contribuzione previdenziale dovuta all’I.n.p.s. dagli iscritti nelle gestioni pensionistiche dei lavoratori artigiani e commercianti

Appello Torino, 28 Giugno 2019. Est. Maria Gabriella Mariani.


Iscritto nella gestione dei commercianti dell’I.n.p.s. – Redditi da assoggettare a contribuzione – Totalità dei redditi d’impresa dichiarati ai fini dell’i.r.pe.f. – Reddito di società a responsabilità limitata – Non rileva



I redditi da assoggettare alla contribuzione dovuta dagli artigiani alla speciale gestione previdenziale presso l’I.n.p.s., sono quelli d’impresa dichiarati ai fini dell’i.r.pe.f., così come qualificati dall’art. 6 del D.p.r. n. 917/1986, (c.d. T.u.i.r.) e quindi i redditi derivanti dall’esercizio dell’impresa individuale e dalla partecipazione in società in nome collettivo ed accomandita semplice.
Sono invece da escludere dalla contribuzione i redditi prodotti dalle società a responsabilità limitata in cui partecipa l’assicurato, in quanto, essi sono qualificati come redditi di capitale dagli artt. 6 e 44 del T.u.i.r. e, peraltro, debbono essere dichiarati solamente qualora percepiti, giusta quanto previsto dall’art. 59 del T.u.i.r. medesimo. (Alberto Peluttiero) (riproduzione riservata)


Segnalazione del Dott. Comm. Alberto Peluttiero


Il testo integrale