Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 22923 - pubb. 24/12/2019

Interpretazione dell'art. 1119 c.c. sull'indivisibilità delle parti comuni dell'edificio

Cassazione civile, sez. II, 15 Ottobre 2019, n. 26041. Pres. Manna. Est. Sabato.


Parti comuni dell'edificio - Indivisibilità - Art. 1119 c.c. come modificato dalla l. n. 220 del 2012 - Interpretazione



L'art. 1119 c.c. nel nuovo testo modificato dall'art. 4 della l. n. 220 del 201, va interpretato nel senso che "le parti comuni dell'edificio non sono soggette a divisione", a meno che - per la divisione giudiziaria - "la divisione possa farsi senza rendere più incomodo l'uso della cosa a ciascun condomino" e - per la divisione volontaria - a meno che non sia concluso contratto che riporti, in scrittura privata o atto pubblico, il "consenso di tutti i partecipanti al condominio"; quest'ultimo requisito non è richiesto per la divisione giudiziaria. (massima ufficiale)


Il testo integrale