Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 24005 - pubb. 11/01/2020

Fallimento dell'impresa consistente nell'acquisto e nell'alimentazione di vitelli appena nati

Cassazione civile, sez. I, 12 Dicembre 1974, n. 4228. Pres. Rossi. Est. Pascasio.


Fallimento - Impresa per l'acquisto, l'allevamento e la rivendita di vitelli - Autonomia rispetto ad una distinta azienda agricola dello stesso imprenditore con i cui prodotti vengono alimentati i vitelli - Natura commerciale della impresa - Assoggettamento al fallimento



Ha natura commerciale non agricola e può essere, pertanto, soggetta a dichiarazione di fallimento, l'impresa consistente nell'acquisto e nell'alimentazione di vitelli appena nati, al fine di rivenderli lucrando sulla differenza di peso, quando tale attività si svolga in modo autonomo, e non complementare od accessorio, rispetto ad una distinta azienda agricola gestita dal medesimo imprenditore, la quale venga utilizzata ai fini dell'allevamento, soltanto per il ricovero dei vitelli e per il loro nutrimento, con i suoi prodotti che, tuttavia, potrebbero essere acquistati anche altrove. (massima ufficiale)


Massimario Ragionato