Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 24883 - pubb. 18/02/2021

Vizio di ultra petita in relazione alle ragioni di diritto e di fatto a sostegno della decisione

Cassazione civile, sez. II, 26 Gennaio 2021, n. 1616. Pres. Rosa Maria Di Virgilio. Est. Giusti.


Mancata corrispondenza tra chiesto e pronunciato - Ambito di operatività - Fattispecie



Il vizio di mancata corrispondenza tra chiesto e pronunciato, di cui all'art. 112 c.p.c., riguarda soltanto l'ambito oggettivo della pronuncia, e non anche le ragioni di diritto e di fatto assunte a sostegno della decisione. (La S.C., nell'enunciare il detto principio, ha escluso che ricorresse la violazione dell'art. 112 c.p.c. in un caso in cui il ricorrente si era lamentato che il giudice del merito, chiamato a decidere sull'osservanza dei termini previsti per l'azione di garanzia per i vizi, non aveva "fatto buon uso dei suoi poteri di indagine sui beni oggetto della compravendita"). (massima ufficiale)


Il testo integrale