Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 25062 - pubb. 30/03/2021

Risarcimento danni da movida notturna

Tribunale Torino, 11 Marzo 2021. Est. Musa.


Immissioni rumorose e altri danni conseguenti alla c.d. movida notturna – Violazione dei diritti fondamentali – Responsabilità del Comune – Risarcimento del danno non patrimoniale – Quantificazione del danno in via equitativa



Sussiste la responsabilità del Comune per non aver posto in essere tutto quanto era in suo potere per ricondurre le immissioni rumorose entro i limiti previsti per ciascuna zona, secondo la sua classificazione acustica, e, in generale, per evitare o contenere gli altri effetti nocivi della movida.

Il Comune deve pertanto essere condannato al risarcimento del danno non patrimoniale per non aver impedito le immissioni rumorose illecite, ex artt. 2043 e 2059 c.c. nei confronti degli attori residenti, a fronte della violazione del loro diritto al riposo, al sonno, al tranquillo svolgimento delle normali attività di godimento dell’habitat domestico e di quartiere.

Questo peculiare danno di carattere non patrimoniale non può che essere valutato con criterio equitativo, ai sensi dell’art. 1226 cod. civ., non potendo essere provato nel suo preciso ammontare. (Silvia Bortolotti) (Marco Buffa) (Alessandro Sodde) (riproduzione riservata)


Segnalazione degli Avv.ti Silvia Bortolotti, Marco Buffa e Alessandro Sodde



Il testo integrale