Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 25639 - pubb. 10/07/2021

Enti locali, pignoramento presso terzi e contestazione della automatica impignorabilità ex art. 159 d.lgs. n. 267 del 2000

Cassazione civile, sez. III, 19 Maggio 2021, n. 13676. Pres. Roberta Vivaldi. Est. De Stefano.


Procedura esecutiva nei confronti di ente locale - Pignoramento di somme presso il tesoriere - Deduzione dell'inefficacia del vincolo di destinazione - Onere di allegazione del creditore - Specifici pagamenti eseguiti dall'ente per debiti estranei al vincolo - Onere probatorio incombente sull'opposto - Rispetto dell'ordine cronologico nell'esecuzione di tali pagamenti - Fattispecie



In tema di espropriazione forzata nei confronti degli enti locali avente ad oggetto somme giacenti presso il tesoriere, il creditore procedente che intenda far valere l'inefficacia del vincolo di destinazione, oggetto di dichiarazione negativa del terzo, ha l'onere di allegare specifici elementi di contestazione dei presupposti della altrimenti automatica impignorabilità ex art. 159 d.lgs. n. 267 del 2000. Ne consegue che, nell'ambito della verifica giudiziale sulla corrispondenza dei crediti accertati verso il tesoriere alle somme rese indisponibili ai sensi del citato art. 159, soltanto in esito alla specifica allegazione del creditore riguardo all'emissione di mandati in violazione del prescritto ordine sorge, in base al principio di prossimità della prova, l'onere del debitore di provare il rispetto di quell'ordine e la sussistenza di ogni altro presupposto di efficacia del vincolo. (Nella specie, la S.C. ha cassato la decisione di merito che, indipendentemente dalle allegazioni del creditore, aveva ritenuto incombente sull'ente locale l'onere di provare la disponibilità di cassa all'atto del pignoramento, la non detenzione di somme ulteriori rispetto a quelle destinate al pagamento di retribuzioni, mutui e all'erogazione di servizi indispensabili, la mancata emissione di mandati a titoli diversi da quelli vincolati e il rispetto dell'ordine cronologico previsto, affermando, altresì, l'inidoneità del libro giornale dei mandati e l'attestazione proveniente dalla stessa amministrazione a dimostrare la sussistenza dei presupposti di impignorabilità ex art. 159 d.lgs. n. 267 del 2000). (massima ufficiale)


Il testo integrale