Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 25878 - pubb. 15/09/2021

Sulla prescrizione del diritto dei comunisti ai frutti dovuti loro dal comproprietario utilizzatore

Cassazione civile, sez. II, 30 Luglio 2021, n. 21906. Pres. Manna. Est. Tedesco.


Diritto dei comunisti ai frutti dovuti dal comproprietario utilizzatore del bene - Prescrizione - Decorrenza - Dal momento della divisione - Fondamento



La prescrizione del diritto dei comunisti ai frutti dovuti loro dal comproprietario utilizzatore del bene comune decorre soltanto dal momento della divisione e, cioè, dal tempo in cui si è reso (o si sarebbe dovuto rendere) il conto, non essendo configurabile, con riguardo a tali crediti, un'inerzia del creditore cui possa riconnettersi un effetto estintivo, giacché è appunto dalla divisione che traggono origine l'obbligo della resa dei conti, con decorrenza dal momento in cui è sorta la comunione, nonché l'esigenza dell'imputazione alla quota di ciascun comunista delle somme di cui è debitore verso i condividenti. (massima ufficiale)


Il testo integrale