Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 26039 - pubb. 14/10/2021

Tribunale di Vicenza: sterilizzato il voto della banca che ha erogato il finanziamento nella certezza della sua mancata restituzione e si è garantita con ipoteca e fideiussioni

Tribunale Vicenza, 30 Settembre 2021. Est. Limitone.


Sovraindebitamento – Frode – Rilevanza – Sterilizzazione del voto della banca che ha colpevolmente determinato la situazione di indebitamento o il suo aggravamento o che ha violato i principi di cui all'articolo 124-bis del testo unico di cui al decreto legislativo 1° settembre 1993, n. 385



La frode del sovraindebitato impedisce l’accesso alla procedura solo quando è caratterizzata dall'animus nocendi.

La banca che abbia erogato il finanziamento nella quasi certezza della sua mancata restituzione e si sia comunque garantita con l'ipoteca e le fideiussioni proprio per questa probabile insolvenza, incorre nella sanzione della sterilizzazione del proprio voto.

[Nel caso di specie, il voto dell’istituto di credito non è stato, per la parte chirografaria, preso in considerazione ai fini del calcolo della maggioranza, con conseguente approvazione della proposta di accordo di composizione della crisi.] (Franco Benassi) (riproduzione riservata)


Il testo integrale