Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 5042 - pubb. 07/06/2011

Mutui a tasso variabile e obbligo della banca di comunicazione preventiva dell'importo della rata

ABF Roma, 27 Settembre 2010, n. 984. Est. Daniela Primicerio.


Mutuo – A tasso variabile – Obbligo di preventiva comunicazione del montante delle singole rate – Esclusione.



Neanche con riferimento ai mutui a tasso variabile la banca è tenuta a inviare preventivamente un avviso recante l’importo della rata da pagare. In assenza di specifica previsione di legge o di regolamento, tale obbligo potrebbe avere solo fonte contrattuale. (Studio legale Dolmetta, Salomone, Schilirò – Antonio Cacciato) (riproduzione riservata)


Il provvedimento si conclude, peraltro, affermando l’opportunità di «segnalare all’intermediario l’esigenza di offrire al cliente la possibilità di ottenere, a proprie spese, in concomitanza con l’invio degli avvisi di pagamento delle singole rate, l’esplicita e separata indicazione delle somme richieste a titolo di quota capitale, quota interessi e spese».


Il testo integrale