Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 6994 - pubb. 29/02/2012

È onere dell'investitore dimostrare che se fosse stato correttamente informato non avrebbe effettuato l'operazione

Tribunale Ravenna, 12 Settembre 2011. Est. Vicini.


Intermediazione finanziaria - Onere della prova - Nesso di causalità tra carenza di informazione e danno - Dovere dell'investitore di dimostrare che non avrebbe effettuato l'operazione contestata - Sussistenza.



Grava sull'investitore l'onere di allegare e provare il nesso di causalità tra l'asserita carenza di informazione e il danno. L'investitore dovrà pertanto asserire e dimostrare che se fosse stato correttamente informato dall'intermediario non avrebbe dato luogo all'operazione contestata. (Franco Benassi) (riproduzione riservata)


Segnalazione dell’Avv. Maria Fiorella Ceroni



Il testo integrale