Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 7269p - pubb. 01/07/2010

.

Tribunale Catanzaro, 30 Marzo 2012. Est. Tallaro.


Art. 96 comma, 3 c.p.c. – Lite temeraria – Presupposti.



Agire in giudizio per far valere una pretesa che alla fine si rileva infondata non costituisce condotta di per sé rimproverabile, essendo necessario, per l’applicazione dell’art. 96, comma 3, c.p.c., la sussistenza del dolo o della colpa grave nella condotta processuale di chi agisce. (Redazione IL CASO.it) (riproduzione riservata)