Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 8657 - pubb. 13/03/2013

Opposizione a decreto ingiuntivo e consegna dell'atto all'ufficiale giudiziario entro l'orario regolamentare dell'ufficio

Tribunale Piacenza, 28 Febbraio 2013. Est. Gabriella Schiaffino.


Opposizione a decreto ingiuntivo – Tempestività – Consegna all’Ufficiale Giudiziario all’ultimo giorno utile ma entro l’orario di chiusura dell’ufficio – Onere della prova della consegna entro tale orario.



Al fine di valutare la tempestività dell’opposizione a decreto ingiuntivo la parte che richiede la notifica dell’atto di opposizione deve attivarsi, qualora provveda tramite Ufficiale Giudiziario, entro il termine perentorio con consegna dell’atto per tale incombente anche all’ultimo giorno ma, pur sempre, entro l’orario regolamentare dell’ufficio addetto alla notifica; qualora l’Ufficiale Giudiziario attesti per iscritto di aver ricevuto l’atto ad una certa ora, oltre l’orario d’ufficio, grava sulla parte notificante, fornire rigorosa prova che detta attestazione è relativa solo al superamento dell’orario per il ricevimento delle notifiche urgenti e non già per il ricevimento degli atti non urgenti, pertanto, effettuato tempestivamente al fine di contrastare l’eccezione di improcedibilità. Tale prova può essere fornita anche mediante certificazione integrativa dell’Ufficio competente che indichi gli orari di apertura al pubblico per il ricevimento degli atti urgenti ovvero degli atti non urgenti. L’accettazione di un atto oltre l’orario consentito, per disponibilità del singolo incaricato, non rileva per una valutazione positiva in ordine alla tempestività dell’attività del notificante. (Gianluigi Morlini) (riproduzione riservata)


Segnalazione del Dott. Gianluigi Morlini


Il testo integrale