Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 8884 - pubb. 02/05/2013

Reciproca domanda di addebito, soccombenza e lite temeraria

Tribunale Milano, 13 Febbraio 2013. Pres., est. Canali.


Domanda di addebito - Soccombenza - Lite temeraria (Art. 96 comma III c.p.c.).



Il coniuge che proponga domanda di addebito verso la controparte - che pure abbia presentato la stessa domanda - e sia risultato soccombente sotto ambo gli aspetti (nel rigetto della sua istanza e per essere stata a questi addebitata la separazione), è suscettibile di condanna per lite temeraria ex art. 96 c.p.c. dove abbia agito con colpa grave. Il risarcimento ex art. 96 c.p.c. deve essere riconosciuto alla controparte (e non all’Erario) anche se questa sia stata ammessa al patrocinio a spese dello Stato. (Giuseppe Buffone) (riproduzione riservata)


Segnalazione del Dott. Giuseppe Buffone


Il testo integrale