Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 9217 - pubb. 03/07/2013

Mediazione atipica e pagamento della provvigione indipendentemente dalla conclusione dell'affare; proposta di acquisto e condizioni non espresse

Tribunale Roma, 20 Giugno 2013. Est. Falso.


Mediazione – Contratto di Mediazione atipica – Previsione provvigione in caso di comunicazione della accettazione di proposta irrevocabile – Validità.

Mediazione – Proposta di acquisto immobile – Condizioni non espresse – Irrilevanza – Fattispecie.

Mediazione – Proposta di acquisto immobile a corpo – Irrilevanza della metratura – Fattispecie.



Nell’ambito della mediazione atipica il cliente ed il mediatore, esercitando i rispettivi poteri di autonomia negoziale ex art. 1322 c.c., possono disapplicare lo schema tipico dell’art. 1755 c.c. convenendo di subordinare il diritto alla provvigione non al verificarsi della condicio iuris della formalizzazione definitiva dell’affare, ma al momento del raggiungimento tra le parti intermediate di un accordo sui termini essenziali dell’affare da concludersi (nel caso di specie il cliente aveva assunto l’obbligo di pagare al mediatore la provvigione indipendentemente dalla conclusione dell’affare, ma solo per effetto della semplice accettazione da parte del promittente venditore della proposta di acquisto). (Francesco Mainetti) (riproduzione riservata)

Il proponente l’acquisto di un immobile che intenda condizionare la sua proposta all’ottenimento di un mutuo per il pagamento del prezzo è tenuto a fare espressa menzione della condizione nella proposta stessa, non essendo sufficiente la mera indicazione del fatto che parte del prezzo sarà pagata mediante mutuo bancario. (Francesco Mainetti) (riproduzione riservata)

La proposta d’acquisto di un immobile a corpo e non a misura rende irrilevante l’effettiva metratura del bene. (Francesco Mainetti) (riproduzione riservata)


Segnalazione dell'Avv. Francesco Mainetti



Il testo integrale