Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 9422 - pubb. 16/09/2013

Conflitto tra acquirente di azioni nominative e creditore pignorante

Tribunale Milano, 05 Giugno 2013. Est. Rossetti.


Processo esecutivo - Conflitto tra acquirente di azioni nominative e creditore pignorante - Criterio di risoluzione - Acquisto in buona fede in conformità delle norme che ne disciplinano la circolazione o il pignoramento - Necessità.



Il conflitto tra creditore pignorante e acquirente di azioni nominative va risolto in favore di chi per primo, in buona fede, abbia compiuto le formalità necessarie per eseguire un pignoramento valido ed efficace ovvero le formalità necessarie per ottenere l’intestazione del proprio nominativo sul titolo e nel registro della società emittente. (Sergio Rossetti) (riproduzione riservata)


Il testo integrale