Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 9622 - pubb. 24/10/2013

Risoluzione del contratto quadro e delle singole operazioni di negoziazione

Tribunale Roma, 17 Ottobre 2013. Est. Margherita Libri.


Intermediazione finanziaria – Rapporti tra operazioni di negoziazione e contratto quadro – Oggetto della domanda di risoluzione.

Intermediazione finanziaria – Responsabilità contrattuale – Deducibilità dei profili risarcitori in ordine alle violazioni del TUF e del Reg. Consob n. 11522/98 – Autonomia della domanda di risarcimento danni rispetto a quella di risoluzione.



La violazione degli obblighi informativi sanciti dal TUF e dal Reg. Consob n. 11522/98 – ove di non scarsa importanza – possono comportare la risoluzione del contratto di intermediazione e non delle singole operazioni eseguite in esecuzione del contratto stesso, giacché queste ultime, seppur suscettibili di acquisire natura negoziale, possono essere caducate esclusivamente per effetto della risoluzione di detto contratto. (Alessandro Giorgetta) (riproduzione riservata)

La domanda di risarcimento danni per inadempimento contrattuale può essere proposta, oltre che congiuntamente, anche separatamente da quella di risoluzione, visto che l’art. 1453 c.c., facendo salvo in ogni caso il diritto al risarcimento del danno, esclude che l’azione risarcitoria presupponga il necessario esperimento dell’azione di risoluzione del contratto. (Alessandro Giorgetta) (riproduzione riservata)

Qualora sia omessa la formulazione di una separata ed autonoma domanda risarcitoria indipendente rispetto a quelle di risoluzione, le allegazioni in tema di pretesa violazione degli obblighi informativi ex D.lgs. n. 5/1998 e Reg. Consob n. 11522/98 possono rilevare solo all’interno del perimetro di detta ultima domanda (risoluzione), la quale, tuttavia, è inammissibile, se riferita al singolo ordine d’acquisto e non al contratto quadro. (Alessandro Giorgetta) (riproduzione riservata)


Segnalazione dell'Avv. Alessandro Giorgetta – Studio Legale Ghia, Roma-Milano


Il testo integrale