Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 14513 - pubb. 24/03/2016

Negoziazione assistita e genitori non uniti da matrimonio

Tribunale Como, 13 Gennaio 2016. Pres., est. Donatella Montanari.


Negoziazione assistita – Accordo sottoscritto da genitori non uniti in matrimonio – Non luogo a provvedere del PM – Intervento del tribunale – Conseguenze



Lo strumento della negoziazione assistita, nella materia familiare, è previsto espressamente ex art. 6 d.l. 132 del 2014 solo per le coppie coniugate, separande o divorziande, onde elaborare o modificare la disciplina delle condizioni di separazione e di divorzio, da sottoporsi al vaglio del PM; non è, invece, prevista la estensione di detto istituto ai fini della regolamentazione delle relazioni genitoriali per le coppie non coniugate. Nel caso in cui, pertanto, una convenzione di negoziazione sia stata sottoscritta da genitori non uniti in matrimonio e il PM non abbia concesso il provvedimento di autorizzazione, il giudice a cui trasmessi gli atti dall’Ufficio di procura è tenuto a esaminare, in camera di consiglio, l’accordo, al fine di ratificarlo, previa audizione dei genitori. (Giuseppe Buffone) (riproduzione riservata)


Segnalazione del Dott. Giuseppe Buffone


Il testo integrale