Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 15681 - pubb. 29/07/2016

Il trust è revocabile alla stregua degli atti a titolo gratuito

Tribunale Torino, 29 Maggio 2015. Est. Silvia Vitrò.


Trust – Costituito dal fideiussore di correntista bancario – Assoggettabilità ad azione revocatoria ordinaria – Presupposti



Sussistono i presupposti per addivenire alla revocatoria del trust costituito dal fideiussore del correntista dopo l’insorgenza del credito della banca, dovendosi considerare il momento dell’accreditamento e non quello dell’effettivo prelievo da parte del correntista.
La disposizione del trust infatti comporta senz’altro pregiudizio alle ragioni della banca, dal momento che la sua creazione ha reso impossidente il debitore-fideiussore; che la consapevolezza di tale pregiudizio da parte del debitore disponente emerge dalla coscienza dell’assunzione della fideiussione in data anteriore alla costituzione del trust; e dal fatto che già al momento della creazione del trust il conto corrente annotava un saldo passivo.
Essendo il conferimento di beni in trust un atto a titolo gratuito, non è necessaria la consapevolezza da parte del terzo (trustee) del suddetto pregiudizio. (Chiara Bosi) (riproduzione riservata)


Il testo integrale