Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 16781 - pubb. 23/02/2017

Tribunale Torino, 24 Ottobre 2016. Est. Di Capua.


Amministrazione di sostegno – Capacità processuale del beneficiario – Valutazione – Interruzione del processo



Ove all’amministratore di sostegno sia stato conferito un potere rappresentativo generale, ne conseguirà la perdita della capacità processuale in capo al beneficiario, con la necessaria applicazione  dell’art.300 c.p.c. e l’interruzione del processo.
Dal legislatore non è stata regolata la posizione processuale del soggetto sottoposto ad amministrazione di sostegno, sicché occorre verificare di volta in volta se, per l’oggettiva estensione dei poteri rappresentativi attribuiti all’amministratore, l’adozione della misura imponga al giudice di interrompere il processo nel momento in cui tale circostanza sia comunicata in udienza o notificata alle altre parti. (Redazione IL CASO.it) (riproduzione riservata)


Il testo integrale