Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 18922 - pubb. 31/01/2018

Opposizione di terzo del trustee avverso l’iscrizione ipotecaria di Equitalia su beni segregati in trust

Tribunale Rimini, 19 Gennaio 2018. Est. Elena Amadei.


Espropriazione forzata – Opposizione di terzo ex art. 619 c.p.c. – Iscrizione di ipoteca ex art. 77 D.P.R. n.603/1973 su beni segregati in trust – Legittimità – Atto di espropriazione forzata – Esclusione – Funzione di mera garanzia – Sussistenza



L’iscrizione ipotecaria disciplinata dall’art. 77 del D.P.R. n.602 del 1973 non costituisce atto di espropriazione forzata, non essendo inserita nella sequenza procedimentale dell’esecuzione coattiva; in altri termini, non necessariamente l’espropriazione deve seguire all’iscrizione ipotecaria, essendo quest’ultima un atto riferito ad una procedura alternativa all’esecuzione forzata vera e propria (cfr. Cass. Sez. Un. 2014/19667).

Così ricondotta la iscrizione di ipoteca alla sua funzione di garanzia nessuna lesione dell’effetto segregativo conseguente alla istituzione del trust può da essa conseguire in quanto resta ferma, anche in caso di eventuale esecuzione, la opponibilità del trust secondo le norme ordinarie, ove ne sussistano i presupposti.

Va dunque respinta l’opposizione di terzo all’iscrizione ipotecaria promossa dal trustee al fine di far annullare l’iscrizione ipotecaria perfezionata ad istanza di Equitalia. (Astorre Mancini) (riproduzione riservata)


Segnalazione dell'Avv. Astorre Mancini del foro di Rimini, Studio Legale Associato Tentoni, Mancini & Riccio
mancini@studiotmr.it  
  

Il testo integrale