Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 23788 - pubb. 26/06/2020

La natura solutoria delle rimesse di conto corrente dev’essere valutata sulla base del saldo rettificato

Tribunale Cosenza, 16 Giugno 2020. Est. Filomena De Sanzo.


Contratti bancari – Conto corrente di corrispondenza – La natura solutoria delle rimesse di conto corrente dev’essere valutata sulla base del saldo rettificato – Modalità



A seguito di sentenza parziale di declaratoria di illegittimità della clausola di pattuizione della capitalizzazione trimestrale degli interessi passivi è corretto l’operato del CTU che al fine di rideterminare il saldo effettivo del conto ordinario e dei secondari connessi, lo epuri, dapprima, dagli effetti della capitalizzazione trimestrale generati dall’annotazione degli interessi maturati sul conto principale e sui conti “salvo buon fine” (S.B.F.) e, quindi, effettui il computo degli interessi effettivamente dovuti, individuando, quindi, tutte quelle rimesse aventi presumibilmente caratteristica di pagamento con funzione solutoria del debito scaduto - esigibile e documentato sul conto a seguito di un utilizzo del medesimo al di fuori della disponibilità concessa (c.d. “extra fido”) - escludendo unicamente quelle che risultino ultradecennali rispetto all’atto interruttivo costituito dalla citazione. (Olga Tanza) (riproduzione riservata)


Segnalazione della Dott.ssa Olga Tanza



Il testo integrale