Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 7988 - pubb. 24/10/2012

Interpretazione della domanda riconvenzionale del convenuto opposto

Tribunale Reggio Emilia, 11 Ottobre 2012. Est. Morlini.


Domanda giudiziale - Interpretazione - Ricerca della reale volontà delle parte - Riferimento all'intero contenuto dell'atto.

Opposizione a decreto ingiuntivo - Domanda riconvenzionale del convenuto opposto - Inammissibilità.



La domanda giudiziale deve essere interpretata con riferimento alla reale volontà della parte avuto riguardo alla finalità perseguita, quale emergente non solo in modo formale dalla formulazione letterale delle conclusioni assunte nell’atto introduttivo, ma anche implicitamente ed indirettamente dall’intero contenuto dell’atto che la contiene e dallo scopo pratico perseguito dall’istante nel ricorrere all’autorità giudiziaria. (Gianluigi Morlini) (riproduzione riservata)

L’opposto, convenuto formale ma attore in senso sostanziale, non può porre in essere una domanda riconvenzionale, a meno che trattasi di reconventio reconventionis. (Gianluigi Morlini) (riproduzione riservata)


Segnalazione del Dott. Gianluigi Morlini


Massimario, art. 99 c.p.c.

Massimario, art. 112 c.p.c.

Massimario, art. 167 c.p.c.

Massimario, art. 645 c.p.c.


Il testo integrale