Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 9438 - pubb. 18/09/2013

Ius eligendi sepulchrum e forma del mandato post mortem

Tribunale Reggio Emilia, 12 Settembre 2013. Est. Fanticini.


Ius eligendi sepulchrum - Potere di determinare località e modalità di sepoltura - Mancanza di disposizione data in vita - Decisione spettante ai congiunti e in subordine agli eredi.

Ius eligendi sepulchrum - Volontà di determinare le modalità della propria sepoltura - Mandato post mortem - Forma.



Lo ius eligendi sepulchrum – cioè, il potere di determinare la località, il punto e le modalità di sepoltura della salma di una persona – spetta alla persona stessa e, solo in mancanza di una disposizione data in vita dal defunto, deve essere riconosciuto ai suoi congiunti (coniuge e parenti prossimi) o, in subordine, agli eredi. (Giovanni Fanticini) (riproduzione riservata)

La volontà di determinare le modalità della propria sepoltura – anche attraverso un mandato post mortem – può essere manifestata in qualsiasi forma e può risultare anche da elementi indiziari. (Giovanni Fanticini) (riproduzione riservata)


Il testo integrale