Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 16698 - pubb. 10/02/2017

Obbligo di pagamento del 20% dei chirografari: impegno al pagamento e verifiche di tenuta sulla realizzazione dei valori

Tribunale Treviso, 29 Luglio 2016. Est. Caterina Passarelli.


Concordato preventivo - Pagamento del venti per cento dell’ammontare dei crediti chirografari - Assunzione di impegno obbligatorio da parte del proponente

Concordato preventivo - Pagamento del venti per cento dell’ammontare dei crediti chirografari - Interpretazione del termine assicurare - Impegno irrevocabile all’acquisto - Verifiche di tenuta delle valutazioni di plausibilità sulla realizzazione dei valori



L’articolo 160, ultimo comma, legge fall., nella parte in cui prevede che la proposta di concordato deve assicurare il pagamento di almeno il venti per cento dell’ammontare dei crediti chirografari, implica l’assunzione di un impegno obbligatorio da parte del proponente il quale non può limitarsi a formulare una proposta semplicemente descrittiva o ipotetica in ordine al probabile ricavato dalla liquidazione. (Redazione IL CASO.it) (riproduzione riservata)

In mancanza di un impegno irrevocabile all’acquisto dei beni ceduti ai creditori o di altre forme di garanzia della vendita, perché sia soddisfatto il requisito previsto dall’ultimo comma dell’articolo 160 legge fall., secondo il quale l’imprenditore che propone il concordato deve “assicurare” il pagamento di almeno il venti per cento dell’ammontare dei crediti chirografari, sono necessarie rigorose concrete valutazioni sulla plausibilità della realizzazione dei valori indicati (attraverso, per esempio, la comparazione con vendite similari), soggette a verifiche di tenuta in presenza di fattori di rischio o di scostamenti fisiologici dei valori, o rigorosi stress test. (Redazione IL CASO.it) (riproduzione riservata)


Segnalazione del Dott. Mattia Mantovani


Il testo integrale