Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 13289 - pubb. 01/07/2010

.

Tribunale Roma, 08 Febbraio 2013. .


Società di persone - Revoca per giusta causa dell'amministratore - Concetto di giusta causa rilevante - Comportamenti che compromettono l'esistenza dell'impresa - Condotte che non garantiscono una corretta amministrazione e la tutela degli interessi privati dei soci e dei terzi



Il concetto di giusta causa rilevante, ai sensi dell'art. 2259 c.c. per la revoca di un amministratore di società dì persone ricomprende, da un lato, tutti quei comportamenti dell'amministratore che compromettono l'esistenza stessa dell'impresa collettiva ed il suo funzionamento, dall'altro lato, le condotte che, violando obblighi di legge o doveri di correttezza e diligenza propri dell'amministratore, non garantiscono una corretta amministrazione della società e la tutela degli interessi privati dei soci della stessa e dei terzi (quali, in maniera esemplificativa, la creazione di situazioni tali da nuocere alla prosecuzione dell'impresa, il tentativo dell'amministratore di provocare lo scioglimento della società prima della scadenza con mezzi artificiosi, ovvero di distrarre risorse reimpiegandole in attività estranee e diverse). (Franco Benassi) (riproduzione riservata)